vistalta

Il Villaggio

Coordinate del luogo: 32°33’17.04″S e 69°19’21.23″W

Distanza dalla cittadina di Uspallata: circa 3.000 metri

Indirizzo: Ruta Provincial 52, a 2.378,00 metri verso nord-est dalla intersezione della sudetta strada con la strada nazionale n° 149, e a 1.300 metri verso nord della pianta di Obras Sanitarias Mendoza S.A. distretto di Uspallata, Dipartimento Las Heras, Provincia di Mendoza, Codice postale 5545.

Il progetto: realizzazione di diversi settori come: a) coltivazione biologica del terreno, b) trasformazione dei prodotti, c) trattamenti salutistici, d) attività di formazione ed informazione, e) cultura di sopravvivenza, f) esperienza diretta di costruzione di case in bioedilizia e con l’utilizzo dei materiali del posto, ecc.

Il luogo: circondato totalmente dalle montagne, rispecchia per molti aspetti l’altipiano del Tibet (proprio qui è stato girato il film con Brad Pitt “Sette anni in Tibet”). Un’oasi di terreno verde, pari a circa 15 km2 di superfice, di cui fa parte il terreno scelto, ricco di acqua proveniente dalle Ande, ubicato tra la Cordigliera e la Precordigliera, tra monti che svettano dai 3.500 ai 7.000 mt, all’interno della quale abbiamo scelto un terreno, di 24 ettari, tutto perfettamente pianeggiante, con diritto all’acqua fin dal tempo del popolo Inca, grazie al Canale S. Alberto che passa a fianco.

Il terreno: i 24 ettari si dividono come segue:

  • 30 lotti di minimo 2.000 mq con case di proprietà (anche due per lotto) per un totale approssimativo di 8 ettari;
  • terreno per la coltivazione di prodotti agricoli, circa 11 ettari;
  • salone a uso multiplo di 300 mq per seminari, conferenze, corsi;
  • 2 casette (delle sei previste dal master plan) per i visitatori e turisti.

A chi è rivolto: il progetto del Villaggio, che abbiamo ideato, è rivolto a coloro che vorranno entrare a far parte dell’iniziativa con un impegno che potrà variare in base alle scelte personali, quali:

1) risiedere nel Villaggio per brevi, medi, lunghi periodi, in affitto o in casa di proprietà, avendo la possibilità di costruirsela,

2) soggiornare come volontari potendo contribuire alle varie attività del Villaggio,

3) possibilità di acquistare lotti di terreno, da un minimo di 2.000 ad un massimo di 2.700 mq, che rimarranno di proprietà, sui quali predisporre una o due costruzioni, per una superficie abitativa massima pari al 20% della superficie del lotto; le realtà abitative potranno essere realizzate dal proprietario oppure in collaborazione con imprese, amici, e comunque secondo i principi della bioarchitettura, della permacoltura e del risparmio energetico; utilizzando materie prime reperibili possibilmente in zona: legno, pietra, canne, bambù, paglia, fango. Se il proprietario desidera riservarsi un periodo dell’anno avrà la possibilità di affittare la casa nei rimanenti mesi.

L’autofinanziamento, con la vendita dei lotti e la costruzione delle case di proprietà si potrà investire sulla costruzione delle strutture destinate agli spazi comuni per le attività del Villaggio.

La filosofia del villaggio

• Rispetto della Terra e dei suoi abitanti, consapevoli dell’esigenza odierna di un lucido ritorno a ritmi più umani in sinergia con gli elementi naturali.